Blog: http://piattaforma.ilcannocchiale.it

Astigmatismo e fantasia

Spesso i silenzi sono il mezzo più adatto ad esprimere le troppe cose che si avrebbero da dire. E' il sottofondo giusto quando si  mette ordine. Ci provo.

Intanto riprendo le mie attività. Domani la radio, dopo un po' di latitanza. Poi un libro che ho curato. Telefono a qualche amico, per riprendere il discorso da dove l'avevo bruscamente interrotto. Ogni  cosa inizia a ricollocarsi nella mia vita. Altre sono in attesa di definizione.

Un po' per volta. Un po' come nel film "E' più facile per un cammello".
Lentamente tutto acquista un senso nuovo. Perfino i sensi di colpa.
E ogni cosa corrisponde a un nome. Ancora i contorni sono sfocati. E' il difetto di tutti gli astigmatici. Non disperiamo tuttavia che la fantasia supplisca dove occhio non arriva.


Pubblicato il 22/1/2009 alle 20.4 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web