.
Annunci online

 
piattaforma 
Possiamo sempre scegliere, possiamo sempre farci suore, possiamo sempre far l'amore, come comanda Dio! ( Possiamo sempre- Gianna Nannini)
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  VALERIA MANIERI- WEB SITE
CERM
Gruppo welfare to work
Radicali Italiani
Radio Radicale
Equiparare.it
La mia rubrica su Radio Radicale
La Emma - Emma Bonino
RADICAL PARTY-no martini no party!
Luca Coscioni
Il Sole 24 ore
Le Monde
The New York Times
The Economist
La Sterpaia
Chiara Lalli
Kissing a fool- Il blog di Alessandra
Il blog di Maria Antonietta Farina Coscioni
Donatella Poretti e Alice nella Camera delle meraviglie
Il Blog di Angela Padrone
Michel Martone
Francesco Delzio- Generazione Tuareg
Clelia from London
Daniela
il Calibano
La Gilla-virginia fiume -woolf
Un tipo interessante "pdbmaster"
Luca Bagatin
Federico
il blog di Federica
Miss Welby
PACSIAMO
Matteo, la piuma:-)
il mitico baco
Clair de lune
Alcestis
Tommaso detto inoz
Pasquale
political resources
Gianna Nannini
  cerca

 

 

        Alle Europee 2009, Vota i Radicali

           Liberiamoci dalla partitocrazia

             Riportiamo l'Italia in Europa














CLICK TO ENTER



           Free Tibet, Free China


 

Diario | Musica e parole | Politica e pensierini | Interior Design |
 
Politica e pensierini
1visite.

17 giugno 2009

Il 10% di disoccupazione e la riforma delle pensioni. Rilanciare la sfida del welfare to work

Ocse, Manieri: il 10% di disoccupazione e la riforma delle pensioni. Rilanciare la sfida del welfare to work

da Radicali.it
http://www.radicali.it/view.php?id=143823

Roma, 17 giugno 2009

• Dichiarazione di Valeria Manieri, membro della Direzione nazionale di Radicali Italiani

Le stime Ocse prevedono un ulteriore calo del Pil del 5,3% per tutto il 2009 e una lieve ripresa nel 2010 con un più 0,4%.

L’Italia si trova completamente scoperta sul fronte ammortizzatori sociali e welfare, con una disoccupazione al galoppo e che potrebbe non solo toccare la soglia del 10% quest'anno, ma continuare a crescere anche successivamente.

Questa previsione, cronaca di una morte annunciata, descrive perfettamente quali siano i rischi di un paese che, seppure con grande propensione al risparmio e con meno rischi di oscillazioni del mercato per la crisi finanziaria, si trova in grande difficoltà interna per gli appuntamenti mancati con le riforme strutturali.

L’Ocse non può dunque che ribadire l’invito già fatto da Banca d’Italia e dal Governatore Draghi, nonché da numerosi economisti: riformare il welfare, andando a rivedere i capitoli di spesa di sanità e pensioni.

Una riforma alla portata e che mai come in questo momento si impone all’agenda politica del nostro paese è quella delle pensioni, con l’equiparazione e l’innalzamento dell’età pensionabile di uomini e donne.

I risparmi sarebbero sufficienti per creare una rete di servizi di assistenza e cura per i cittadini più deboli, e soprattutto per un moderno modello di ammortizzatori sociali, già sperimentato in Europa, ispirato al welfare to work.

Occorre precisare però che il modello inglese, da tempo proposto tra i radicali, non corrisponde al reddito minimo garantito o a meri sussidi per la disoccupazione. Questi ultimi ad esempio esistono in paesi come la Spagna, ma sono del tutto insostenibili per le finanze dello Stato, poiché non regolati da patti precisi e molto inclini alle truffe per via della pervicace tendenza al lavoro nero, fenomeno che, considerato il malcostume diffuso nel nostro paese specie al sud, si verificherebbe anche in Italia.

Il welfare to work, l’ammortizzatore unico e universale esteso a tutte le categorie di lavoratori senza differenze per dimensione di impresa, è una misura non assistenziale votata alla ricerca attiva di un nuovo impiego, che garantisce per un anno un sussidio proporzionato alla professionalità delle persone disoccupate e che si basa su regole d’ingaggio, formazione continua, sulla stretta cooperazione e responsabilità di stato, centri per l’impiego (sul modello inglese dei job centre plus) e cittadini.

Occorre dunque trovare maggioranze trasversali perché il nodo della riforma del welfare e in particolare delle pensioni venga affrontato e per dibattere accuratamente sul modello che si può prendere in considerazione. Il welfare to work rappresenta una sfida in Italia anche a livello politico: una sintesi testata altrove ma nuova nel nostro paese e dal profumo liberal socialista.

Le gravi stime fornite dall’Ocse suonano come una ultima sirena d’allarme cui dare assolutamente ascolto, come una sfida politica per i radicali da cogliere e rilanciare, specialmente in vista dell’appuntamento di Chianciano del prossimo 26 27 e 28 giugno.

Appuntamento a Chianciano: http://www.radicali.it/view.php?id=143700

Il link piccolo spot di qualche tempo fa:http://www.radicali.it/view.php?id=143700
 
 
 
 
 

Valeria Manieri, Nicola Salerno, Emma Bonino e Michel Martone alla presentazione in Luiss del libro "Pensionata sarà lei" di Emma Bonino e Valeria Manieri, Rubbettino editore




permalink | inviato da piattaforma il 17/6/2009 alle 17:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

27 aprile 2009

LIBERIAMOCI

  
http://www.radioradicale.it/scheda/277606

Liberiamoci dalla partitocrazia. Un po' di fiducia questi radicali la meriterebbero... non dateci per scontati, aiutateci a proseguire. Mandarli tutti a casa, costruire una solida democrazia, difendere le istituzioni e la legalità: è possibile.
Ma ci vuole lo sforzo di molti: non possiamo più farlo da soli. Ci serve una mano.




permalink | inviato da piattaforma il 27/4/2009 alle 2:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

11 dicembre 2008

Incontri

 

° Mani intergenerazionali: la mano centenaria e nobel di una donna straordinaria, Rita Levi Montalcini, e una mano grata ed emozionata, quella di Valeria Manieri.



° Cristina Molinari, Emma Bonino, Rita Levi Montalcini, my self, Donatella Poretti, Antonella Casu e LIliana Chiaramello. Donne alle quali sono grata e legata per motivi diversi; persone da cui ho imparato
e imparo molto ogni giorno. Con un grande silenzioso affetto




permalink | inviato da piattaforma il 11/12/2008 alle 18:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

3 novembre 2008

RADICALI/INNOCENZI-MANIERI: CONCORSI TRUCCATI, APPELLO “CONTRO I BARONI. CONTRO IL LUNEDI’ DELLE NOMINE”

RADICALI/INNOCENZI-MANIERI: CONCORSI TRUCCATI, APPELLO “CONTRO I BARONI. CONTRO IL LUNEDI’ DELLE NOMINE”

“Contro i baroni. Contro il lunedì delle nomine”. Questo l’appello che verrà lanciato domani da Giulia Innocenzi e da Valeria Manieri per bloccare l’elezione dei commissari dei concorsi universitari, prevista per lunedì 10 novembre. Ai concorsi verranno assunti 5mila docenti e ricercatori, la maggior parte dei quali “già lavora nell’università e spesso è entrata senza alcun vaglio”, come ha denunciato Francesco Giavazzi dalle colonne del Corriere della Sera di oggi. Secondo il professore, infatti, “poiché i concorsi sono già stati banditi, alcune modifiche si possono apportare tramite lo strumento di un decreto legge”. Attraverso l’appello, infatti, Innocenzi e Manieri vogliono “evitare quest’ultimo cattedratificio, in cui i baroni lasceranno la loro eredità a nipoti e portaborse. Con il blocco del turn over imposto dalla Gelmini, infatti, l’eredità avrà un lascito molto lungo”. La mobilitazione chiamerà a raccolta non solo tutti i partiti politici e le associazioni - da Radicali Italiani all’Associazione Luca Coscioni, dal Partito Democratico ad Alleanza Nazionale - ma anche gli studenti che in questi giorni hanno manifestato contro i tagli all’università. "Se passerà l’ennesimo concorso truccato, saranno gli studenti i primi a rimetterci”.

  
° Nelle foto, da sinistra: Valeria Manieri, Rita Bernardini ed Emma Bonino; Marco Gentili e Giulia Innocenzi




permalink | inviato da piattaforma il 3/11/2008 alle 18:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

9 ottobre 2008

C'è grossa crisi

Se è vero che c'è "grossa crisi" in giro http://it.youtube.com/watch?v=lpYSFPO7pqw ci sono anche tanti profeti dell'ovvio.  C'è chi ci spiega che il capitalismo è in crisi. Comunisti e Papa poi si trovano su una linea comune dopo molto tempo.
Ratzinger ci ha spiegato che "c'è grossa crisi" e che è il risultato del fatto che l'uomo ha posto al centro del proprio mondo il denaro.
Mi viene in mente una signora che quest'estate sul traghetto Split- Ancona aveva monopolizzato l'attenzione dei passeggeri snocciolando rosari e preghiere con il suo gruppo meridionale al seguito, con il quale si era probabilmente appena recata  a qualche santuario. Ci aveva anche spento la tv,mentre mi stavo beatamente guardando Shrek II.
Dopo il rosario è iniziata una profonda riflessione sul senso della vita, ed è lì che mi sono scoperta molto interessata.
"Dovete capire, che tutto si paga, tutto! Gesù invece è gratis"
Ecco, credo che il ghostwriter della Signora del traghetto e del Papa sia lo stesso.
C'è grossa crisi, ma considerando Ici, proprietà del vaticano, esenzione tasse, OPUS DEI, IOR,  potere temporale della Chiesa e perfino i consigli del Papa modello Giavazzi, beh, ecco, sul fatto che il Gesù di cui loro parlano sia gratis, ho più di un dubbio.




permalink | inviato da piattaforma il 9/10/2008 alle 14:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

28 settembre 2008

Se la politica non è la somma delle esattezze

Dopo questo comitato di Radicali Italiani e i suoi molteplici spunti, devo dire che mi sono resa conto di quanto sia difficile "fare politica".
Non basta essere competenti. Non basta dire esattezze. E' necessaria una straordinaria creatività che permetta di dipingere quadri incredibili o spaventosi. E' indispensabile organizzare le proprie esattezze e le proprie solitudini -le poche o le molte che si hanno- e condividerle con gli altri. Bisogna essere grati quando qualcuno confuta le nostre esattezze, le migliora o le spariglia  e quando ci trascina via dalle nostre solitudini.
E torni lì a raccogliere nuovamente tutti i pezzi. A cercare ancora un senso più profondo. Senza credere mai di aver capito tutto. Perché quello è il momento in cui si ha la certezza -quella sì pressocché matematica- di non averci capito un cazzo.


A questo link troverete il mio intervento http://www.radioradicale.it/scheda/262931 (dovete scorrere in basso) e ovviamente molti altri che consiglio per chi avesse tempo e voglia di ascoltare.

Ad ogni modo. La testa stasera fa molto rumore. Echi e pensieri.




permalink | inviato da piattaforma il 28/9/2008 alle 23:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

6 agosto 2008

Trent'anni di follia all'italiana



        
° La copertina del libro "Il volo del cuculo: 1978-2008: trent'anni  senza manicomi", Nutrimenti, 2008.


Domani sera modererò il
 dibattito-presentazione libro "Il volo del cuculo 1978- 2008: trent'anni senza manicomi"di Mimosa Martini e Luana De Vita.
Entrambe donne in gamba e vere professioniste: la prima giornalista del tg5, la vedete spesso nei posti più disparati della terra come inviata estera. La seconda è una brava psicologa e giornalista.
Questo il loro c.v. più o meno ufficiale. In quello ufficioso, aggiungo io, segnalerei anche la verve incredibile di entrambe.

Per interesse e per coincidenze hanno dato vita a un bel libro che consiglio, edito da Nutrimenti (di cui sopra)  e a un video documentario che lascia purtroppo ancora senza parole. O con troppe cose da dire e soprattutto da fare. Specie per chi si occupa di informazione e politica.

Domani sera, chi può e ne ha piacere, venga pure. Sarà interessante vedere e sentire considerazioni e spunti, i più diversi, su questi ultimi trent'anni di follia all'italiana. Ci sarà anche il Dottor Koukopoulos, il fautore delle terapie elettrochoc e ci confronteremo anche con lui pubblicamente. Perchè nulla rimanga taciuto. Cercheremo di andare oltre la 180.
Per parlare di persone, di reti sociali, delle differenti scuole di pensiero in psichiatria e in politica. Un tema che probabilmente tornerà presto al centro dell'agenda politica del paese e forse sotto i riflettori dei media.
 
La presentazione è prevista domani, giovedì 7 agosto alle ore 21.30 alla manifestazione di Castel Sant'Angelo "Sotto le stelle"
Il palco è quello dei bastioni, interno alla manifestazione, nei giardini attorno al castello.

A questo  link  http://www.youtube.com/watch?v=p1yySS9ZlAg intanto una parte del video-documentario di Mimosa Martini e Luana De Vita, sulle tracce del lavoro di uno studente, Riccardo Bizzarri che, trent'anni fa, fece un viaggio in questa follia tutta italiana.




permalink | inviato da piattaforma il 6/8/2008 alle 13:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

31 luglio 2008

Donne, welfare e dintorni: quelle e quelli che ci provano

Per la serie: ce la stiamo mettendo tutta, anche se non è facile.Quando mi metto in testa una cosa... mi metto di punta! Ripeto spesso che volere è potere e che provarci è il meno che si possa fare per il nostro paese e per le donne, in questa Italia sempre in affanno e ancora costretta al palo.

PARI OPPORTUNITA': INCONTRO BIPARTISAN AL SENATO SU WELFARE
(ANSA) - ROMA, 31 LUG - Si e' tenuto oggi al Senato un primo incontro tra deputati e senatori, di maggioranza e opposizione, per la creazione di un nuovo tavolo di discussione politica su donne, occupazione, welfare e pensioni. 'Lo scopo - ha spiegato la senatrice radicale eletta nelle liste del Pd, Donatella Poretti - e' dare vita ad un gruppo di parlamentari, supportato da esperti della materia, che ritenga prioritario per lo sviluppo del Paese il tema dell'occupazione femminile. Affrontando insieme tutti i nodi, anche quelli piu' spinosi (servizi, spesa per il welfare, domanda delle imprese, occupazione, incentivi fiscali... fino all'annosa questione dell'equiparazione dell'eta' pensionabile) vogliamo provare a scrivere ed attuare proposte ambiziose e condivise'. All'incontro, promosso dai parlamentari radicali del Pd Emma Bonino, Donatella Poretti ed Elisabetta Zamparutti, hanno partecipato per il Pdl le senatrici Cinzia Bonfrisco, Maria Ida Germontani, Laura Bianconi e Ombretta Colli, l'onorevole Benedetto Della Vedova; per il Pd la senatrice Annamaria Carloni, Maria Leddi Maiola, il senatore Pietro Ichino e l'onorevole Marianna Madia, e inoltre Valeria Manieri, Radicali Italiani e Cristina Ricci, segretario confederale Ugl.Il prossimo incontro e' gia' fissato al 24 settembre per iniziare a sviluppare e mettere in cantiere le prime iniziative, legislative e non solo. 




permalink | inviato da piattaforma il 31/7/2008 alle 23:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

14 luglio 2008

Le repliche estive. Errata corrige

A ben pensarci in realtà tutta questa storia di Tangentopoli 2 potrebbe anche essere rassicurante.
Quando ho acceso la tv infatti ho pensato per un attimo che si trattasse di una di quelle belle repliche che ci propinano per riempire i moscetti palinsesti estivi.
E' un po' come quando, non sapendo bene perchè, ci si ritrova a vedere la prima serie di Beverly Hills 90210 nel primo pomeriggio. "Ah, i bei vecchi tempi. Ah, guarda cosa ci piaceva. Ah guarda che vestiti portavano. Ah, certo che Dylan era proprio figo."

Solo che nella replica non ci sono nè Brandon nè Dylan, ma Di Pietro e Del Turco.
E diciamo pure che non è proprio la stessa cosa.

14 luglio 2008

Un film cult anni '90: Tangentopoli 2, la vendetta

Ricomincia la saga dei Manette Bros.
Attore protagonista Ottaviano Del Turco.
Oscar ad Antonio Di Pietro che, festante, si accinge a ritirare il premio per la categoria "attore non protagonista" per il film "Il più puro dei puri".

Si prospetta nuovo successo per un remake di un cult anni '90: Tangentopoli 2, la vendetta. Prossimamente su questi schermi.



http://www.corriere.it/cronache/08_luglio_14/del_turco_arrestato_8a38f27a-516d-11dd-a6b4-00144f02aabc.shtml


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Tangentopoli 2 la vendetta

permalink | inviato da piattaforma il 14/7/2008 alle 18:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile